Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso.    Più informazioni  

 Ok 
 
Dr. Vittorio Dall'Aglio - Medico Chirurgo specialista in Cardiologia - Pordenone
 

Studio ecocardiografico del ventricolo destro nell’atleta


C. FACHIN*, V. DALL’AGLIO**, D. PAVAN** R. MOCCHEGIANI***, G. L. NICOLOSI** e D. ZANUTTINI**

USL n. 11 - Ospedale Civile - Pordenone
*Servizio di Medicina dello Sport Associazione Medico-Sportiva di Pordenone
** Divisione Cardiologica USL n. 12 -Ancona
***0spedale Cardiologico "G. M. Lancisi»


Echocardiographic study of the right ventricle in athletes.
By means of bidimensional echocardiography we studied various dimensional parameters and systolic function of the right ventricle in a group of 85 top level or good level athletes (68 males, 17 females, mean age: 23). Results were compared with data relating to 28 normal non athletes. We also carried out a visual qualitative analysis of the right ventricle in real time, as to evaluate possible morphologic differences of the ventricle between the two groups of subjects. The parameters relating to the dimensions and to the systolic function were corrected according to the body surface. The following parameters turned out significantly bigger in the group of athletes: telediastolic area in apical 4 chambers (9.66 vs 7.41, p< 0.001), telesystolic area in apical 4 chambers (4.42 vs 3.12, p<0.001), largest longitudinal telediastolic diameter in apical 4 chambers (1.93 vs 1.65, p< 0.01). As to study the systolic function we used the fraction of area reduction (telediastolic area-telesystolic area/telediastolic area) expressed in percentage. Such index turned out slightly lower in the athletes compared to the non athletes (31.35 vs 35.47, p<0.05). The qualitative morphologic analysis made in real time didn’t point out remarkable differences between athletes and non athletes’ right ventricles. We can therefore conclude that in the athletes we studied by means of bidimensional echocardiography  we found out significant bigger dimension of the right ventricle compared to non athletes only in the section apical 4 chambers. Nevertheless we never noted remarkable dilation of the right ventricle in athletes in comparison with that of non athletes. Athlete’s right ventricle systolic function also if slightly reduced compared to that of non athletes, was always considered normal. Finally also from the morphologic point of view, the athlete’s right ventricle turned out normal. Relating to the bidimensional echocardiographic evaluation of athlete’s heart, we can suggest to make ever a careful study of the right ventricle.

I parametri ecocardiografici del ventricolo destro nell’atleta non sono ancora ben codificati e molto rari sono i lavori-apparsi in materia1,3.

Materiali e metodi
Abbiamo studiato con ecocardiografìa mono- e bidimensionale un gruppo di 85 atleti di ottimo o buon livello (16 nuotatori, 15 calciatori, 13 maratoneti, 13 ciclisti, 11 pesisti, 7 fondisti sciatori, 10 di vari sport (1 sci alpino, 1 basket, 1 atletica leggera velocità, 1 baseball, 1 giavellotto, 1 judo, 1 heptathlon, 2 alpinismo, 1 lancio del disco) per valutare gli aspetti morfologici, dimensionali e funzionali del ventricolo destro.

Per ciascun soggetto sono stati misurati i seguenti parametri:
— Dimensione massima anteroposteriore del ventricolo destro in sezione asse corto parasternale sinistro (DAC cm).
— Dimensione massima anteroposteriore del tratto di efflusso ventricolare destro in sezione asse lungo parasternale sinistra (DTE cm).
— Area massima telediastolica del ventricolo destro, in sezione 4 camere apicale (AD cm2).
— Area minima telesistolica del ventricolo destro in sezione 4 camere apicale (AS cm2).
— Frazione di riduzione di area (AD-AS/AD%).
— Dimensioni del ventricolo destro in 4 camere apicale in telediastole: dimensione massima longitudinale (DL), dimensione massima trasversale (DT), diametro massimo a livello dell’anello tricuspidale (DAT).
In tutti i casi, inoltre, il ventricolo destro è stato valutato anche da un punto di vista qualitativo morfologico, per individuare eventuali aspetti morfologici anomali.
Lo stesso tipo di analisi di cui sopra è stato eseguito in un gruppo di 2 soggetti normali non atleti, utilizzati come gruppo di controllo.
Per una più corretta interpretazione dei dati, i valori numerici di ciascun parametro sono stati rapportati alla superficie corporea.
Per ciascun parametro è stato confrontato il valore medio ottenuto nel gruppo degli atleti con quello corrispondente del gruppo dei non atleti.

Risultati
II gruppo degli atleti ha presentato valori di AD, AS, DL e DT significativamente superiori a quelli dei nonatleti; non sono comunque mai state riscontrate rilevanti dilatazioni del ventricoli destro nel gruppo degli atleti.
La frazione di riduzione di area FRA), espressione della funzione di pompa del ventricolo destro, è risultata leggermente inferiore nel gruppo degli atleti rispetto ai non atleti.
Dal punto di vista qualitativo, non sono state osservate differenze morfologiche tra il gruppo degli atleti e quello dei non atleti.
Nella tabella I vengono riportati i dati corretti per la superficie corporea, relativi ai due gruppi esaminati (atleti e non atleti).

Conclusioni
II ventricolo destro degli atleti da noi studiati presenta dimensioni leggermente o moderatamente superiori a quelle del ventricolo destro dei non atleti. La differenza tra atleti e non atleti raggiunge la significatività solo per i parametri misurati in sezione 4 camere apicale.
In nessun caso, comunque, è stata riscontrata una notevole dilatazione del ventricolo destro negli atleti.
Dal punto di vista morfologico, il ventricolo destro degli atleti è analogo a quello dei non atleti.
La funzione di pompa del ventricolo destro, quale studiabile mediante la frazione di riduzione di area, appare leggermente superiore nel gruppo dei non atleti rispetto a quello degli atleti.
Tale dato può essere spiegato dalla maggior volumetria del ventricolo destro dell’atleta che consente di raggiungere una adeguata gettata sistolica con minori frazioni di eiezione.
Alla lieve riduzione della funzione di pompa del ventricolo destro dell’atleta potrebbe inoltre contribuire l’aumento del tono vagale.
La funzione di pompa ventricolare destra dell’atleta, comunque, è sempre apparsa normale.

Riassunto
Sono stati studiati con ecocardiografia bidimensionale vari parametri dimensionali e di funzione sistolica del ventricolo destro in 85 atleti di ottimo o buon livello (68 maschi, 17 femmine, età media 23 anni). I valori ottenuti sono stati confrontati con quelli di 28 soggetti normali non atleti. È stata effettuata anche un’analisi visiva qualitativa del ventricolo destro in tempo reale, per valutare se vi fossero differenze morfologiche dello stesso tra i due gruppi. I parametri dimensionali e di funzione sistolica sono stati corretti per la superficie corporea. I seguenti parametri sono risultati significativamente maggiori negli atleti rispetto ai non atleti: area telediastolica in 4 camere apicale (9,66 vs 7,41, p<0,001), area telesistolica in 4 camere apicale (4,42 vs 3,12, p<0,001), massimo diametro longitudinale telediastolico in 4 camere apicale (4,06 vs 3,53, p<0,001), massimo diametro trasversale telediastolico in 4 camere apicale (1,93 vs 1,65, p<0,01).
Per lo studio della funzione sistolica è stata utilizzata la frazione di riduzione dell’area (area telediastolica-area telesistolica/area telediastolica), espressa in %. Tale indice è risultato lievemente inferiore negli atleti rispetto ai non atleti (31,35 vs 35,47, p<0,05). L’analisi morfologica qualitativa in tempo reale non ha evidenziato differenze di rilievo tra il ventricolo destro degli atleti e quello dei non atleti. In conclusione, negli atleti da noi studiati con ecocardiografia bidimensionale sono state evidenziate dimensioni ventricolari destre significativamente maggiori negli atleti rispetto ai non atleti solo nella sezione 4 camere apicale.
Non sono comunque mai state evidenziate notevoli dilatazioni del ventricolo destro dell’atleta, che è sempre apparso tutt’al più lievemente o moderatamente dilatato rispetto a quello del non atleta. La funzione sistolica ventricolare destra, nell’atleta, pur se lievemente ridotta rispetto a quella del non atleta, è risultata sempre normale. Anche dal punto di vista morfologico il ventricolo destro dell’atleta è risultato essere, nella nostra esperienza, normale. Nell’ambito della valutazione ecocardiografica bidimensionale del cuore d’atleta, riteniamo opportuno che anche una struttura tradizionalmente poco studiata, quale il ventricolo destro, venga adeguatamente analizzata.

BIBLIOGRAFIA

1. Pelliccia A, Spataro A. Studio della morfologia e della funzione ventricolare sinistra negli atleti praticanti diverse discipline sportive. Rassegna Internazionale di Medicina dello Sport, n 13. Gennaio, febbraio 1988.
2. Pamela S, Douglas et al. Different effects of prolonged exercise on the right and left ventricles. J Am Coll Cardiol 1990; 15:64-9.
3. Hammermeister KE, Norrison DA. Extreme exertion and right ventricular function. J Am Coll Cardiol 1990,15:70-1.

Parole chiave: ventricolo destro - ecocardiografia - atleti
Key words: Right ventricle - Athletes -Echocardiography

 

Copyright © 2009 - 19 SACS
Informativa sulla Privacy e l'utilizzo dei cookies